Project Description

ITEA

DURATADal 2020

FORNITURA: Carta a Punti Inquilino

Si tratta di un flusso volto a monitorare il comportamento dell’inquilinato di Edilizia Residenziale Pubblica nella conduzione del proprio alloggio o di parti comuni dello stabile nel rispetto di obblighi e divieti indicati in un regolamento definito dall’Ente verso cui gli inquilini e i componenti del nucleo familiare sono contrattualmente tenuti al rispetto.

Il regolamento prevede l’assegnazione a ciascun inquilino di un plafond di punti iniziale uguale per tutti (la carta a punti) ed un elenco di obblighi e divieti da rispettare. Per ciascun obbligo o divieto violato è previsto l’intervento diretto dell’inquilino assegnatario dell’alloggio (soggetto responsabile anche qualora il trasgressore effettivo sia un componente del nucleo familiare o soggetto esterno ad esso collegato) nel ripristinare la situazione ante violazione pena la decurtazione di un determinato numero di punti definito nel regolamento e stabilito secondo la gravità ed entità della violazione. Tale procedimento può arrivare, in caso di esaurimento dei punti, alla revoca dell’assegnazione dell’alloggio.

Il progetto prevede la realizzazione di un software che consente all’Amministrazione attraverso propri incaricati (accertatori) di rilevare, sulla base di verifiche ispettive presso gli stabili, eventuali violazioni degli obblighi e/o divieti previsti nel regolamento ed aprire dei procedimenti a carico degli inquilini. Ove possibile l’accertamento ed individuazione del trasgressore responsabile e proporre un primo tentativo di risoluzione del problema attraverso un invito all’inquilino assegnatario di ripristinare la situazione entro un termine concordato. Qualora ciò non dovesse avvenire (la constatazione dei fatti avviene sempre attraverso un accertamento effettuato in tempo reale sul luogo) il sistema consente un inasprimento del procedimento a carico dell’inquilino con l’invio da parte dell’Ente di una lettera di contestazione corredata da un verbale di costatazione dei fatti e altra documentazione prodotta a supporto: riprese fotografiche, eventuali testimonianze, etc. Viene data la possibilità all’inquilino di presentare le proprie controdeduzioni e documentazione a propria difesa. Qualora le controdeduzioni non vengano accettate si procederà con la decurtazione dei punti. Ogni due anni trascorsi senza accertamento di violazioni consentiranno agli inquilini di incrementare o recuperare dei punti. Possono essere attivati più procedimenti a carico di uno stesso inquilino ed è possibile che vengano ‘esauriti’ tutti i punti assegnati inizialmente. In tal caso l’Ente ha facoltà di revocare l’assegnazione dell’alloggio.

IdeaRE

Siamo presenti sul territorio nazionale con due sedi operative: Roma e Milano. Tale scelta persegue l’obiettivo di coprire e supportare efficacemente le due aree a maggiore concentrazione di operatori del Real Estate in Italia.

Contatti